Top bagno: perché scegliere il gres?

Ogni medaglia ha il suo rovescio, il che non è soltanto un dettaglio, ma è parte della sua identità. È un concetto assai noto, che è bene ricordare quando parliamo di materiali in quanto ci permette di osservare e soppesare tutto e non restare focalizzati su un solo aspetto, negativo o positivo che sia.
Recentemente vi abbiamo parlato di quanto sia importante conoscerli, sia nei pro che nei contro, prima di decidere quale materiale scegliere per il top del bagno. Sicuramente entriamo in un campo in cui il gusto personale influisce in modo predominante sulle nostre scelte, ma teniamo sempre presente la funzionalità. Vi abbiamo già parlato dell’ecocemento e delle sue qualità, ora vogliamo presentarvi uno dei materiali senza dubbio più di tendenza negli ultimi anni: il gres porcellanato.

Scegliere un top bagno in gres porcellanato vi permette di valorizzare la praticità del bagno senza rinunciare all’estetica. Unico materiale capace di riprodurre qualsiasi colore o texture, dall’effetto legno alla pietra fino al metallo. Tecnicamente si tratta di una particolare ceramica compatta, estremamente resistente, le cui lastre di bassissimo spessore vengono applicate sul piano di multistrato.
Per riassumere quali sono le caratteristiche di questo materiale così performante possiamo dire che: resiste alle macchie e ai graffi, così come agli agenti chimici; non assorbe nulla, è resistente ai raggi UV, pertanto i colori non subiscono alcuna alterazione, anche se sottoposti a variazioni delle condizioni climatiche. È un materiale igienico, in quanto non consente l’insorgenza di muffe, batteri e funghi, il che è fondamentale quando parliamo di bagno, ed ecosostenibile, dal momento che è totalmente naturale: non cede elementi all’ambiente e può essere facilmente macinato e interamente riciclato in altri processi produttivi.
Un top in gres porcellanato si pulisce con estrema facilità mantenendo inalterate le caratteristiche della superficie – l’unico prodotto in grado di attaccarlo è l’acido fluoridrico. Per la pulizia quotidiana consigliamo di utilizzare acqua calda ed eventualmente detergenti neutri, risciacquare sempre abbondantemente e infine asciugare la superficie con panni morbidi.
Unico difetto, se così si può chiamare, è che alcune tipologie di macchie se non tempestivamente rimosse, potrebbero lasciare un alone sulla superficie più o meno visibile, che rientra in ogni caso nella tolleranza della specifica tipologia di finitura scelta.
Noi l’abbiamo usato in Urban UR30 con la texture Calacatta oro, così come la vasca modello Icona, anchessa in gres, che si caratterizza per il copriscarico ispezionabile che nasconde la piletta e la vasca in acciaio inox.
In Suite SU15 il top integrato è in Gres color Camel che bene si combina con la pedana in Frassino tinto Bruno.
Nel catalogo Sensi l’abbiamo utilizzato per la collezione Frame, come nella composizione R21 dove la geometria delle linee, impreziosita dalla finitura
in Frassino e dal top integrale in Gres, disegna un ambiente caldo e accogliente, e assicura la semplicità funzionale di ogni elemento.
Potete sfogliare le altre collezioni per vedere come abbiamo utilizzato questo materiale e lasciarvi ispirare per il vostro ambiente bagno, cliccando qui.

Mobiltesino Srl
P.Iva e C.F. 00354690448 – Reg. Imprese Ascoli Piceno n.00354690448 | C.C.I.A.A. AP n.83359 – M – 061699 Cap.Soc. €78000 Int. Vers.